Applicazioni IoT in diversi settori aziendali

L’Economic Times ha definito l’Internet degli oggetti la “seconda ondata di Internet” nel 2019. (IoT). L’Internet delle cose (IoT), l’intelligenza artificiale (AI) e i big data sono attualmente al centro della digitalizzazione dell’economia globale.

Secondo la “Worldwide Internet of Things Spending Guide” di IDC, si prevede che il mercato crescerà a un tasso annuo composto dell’11,3% tra il 2020 e il 2024.

La combinazione di dispositivi intelligenti e applicazioni mobili racchiude un enorme potenziale di mercato. Data la costante evoluzione delle reti wireless, della tecnologia dei sensori e della potenza di calcolo, l’Internet degli oggetti potrebbe essere la prossima frontiera nella corsa al dominio del mondo digitale.

Che cos’è l’Internet degli oggetti (IoT) e quali applicazioni IoT esistono in vari settori? Scopritelo qui! Che cos’è l’IoT?

L’Internet degli oggetti è abbreviato in IoT. È la rete in rapida crescita di dispositivi (“cose”) come smartphone, automobili e robot di produzione. Questi “oggetti” sono dotati di sensori, software e altre tecnologie che consentono loro di connettersi e scambiare dati su Internet.

Statistica sull'Internet degli oggetti (IoT)

fonte: Statista

Entro il 2025, Statista prevede che il mercato globale dell’IoT per le offerte agli utenti finali crescerà da 212 miliardi di dollari a 1.600 miliardi di dollari.

La consumerizzazione, il cloud computing, l’analisi dei Big Data, la connettività mobile, i social media e l’intelligenza artificiale stanno guidando l’ascesa dell’IoT. Queste tendenze stanno costringendo le aziende a ripensare il modo in cui operano e ciò che producono.

Si sta esplorando tutto, dalle città intelligenti alle auto a guida autonoma, dalle fabbriche intelligenti ai droni. Le aziende possono utilizzare la tecnologia IoT per raccogliere, analizzare e agire su grandi quantità di dati in tempo reale su clienti, dipendenti, operazioni e processi.

L’utilizzo dell’IoT può migliorare l’esperienza dei clienti, aumentare l’efficienza operativa, migliorare le misure di sicurezza, ridurre i costi e sviluppare nuovi prodotti e servizi. Di seguito sono riportati alcuni esempi di utilizzo dell’IoT:

Sanità

I dispositivi indossabili vengono utilizzati per raccogliere informazioni sulla salute delle persone. Smartwatch, braccialetti per il fitness e activity tracker sono esempi di questi dispositivi.

I dispositivi indossabili possono misurare la frequenza cardiaca e i modelli di sonno, e sono state effettuate misurazioni. Alcuni wearable contengono anche french GPS che consentono di tracciare i luoghi in cui l’utente si reca.

Le app per la salute possono analizzare questi dati per fornire un feedback agli utenti.

Ad esempio, un’app può dire agli utenti se devono fare più esercizio fisico o mangiare in modo più sano.

Assicurazione

Ai clienti delle compagnie di assicurazione vengono offerti programmi telematici. Questi programmi consentono ai conducenti di presentare richieste di risarcimento online o tramite smartphone e di ricevere rimborsi in base ai chilometri percorsi. Gli assicuratori offrono sconti su riparazioni e ricambi e rimborsi per spese come franchigie e ticket.

L’Internet degli oggetti (IoT) è definito da due caratteristiche: connettività e automazione. Si riferisce alla comunicazione internazionale tra più dispositivi individuali, macchine e altri hardware senza il coinvolgimento dell’uomo.

Veicoli connessi

Le tecnologie IoT includono veicoli autonomi che utilizzano vari dispositivi connessi per guidare in sicurezza in tutte le condizioni di traffico, comprese le strade urbane e rurali.

Le tecnologie includono

  • Telecamere assistite dall’intelligenza artificiale.
  • Visione computerizzata.
  • Sensori di movimento.
  • Computer integrati.
  • Sistemi di comunicazione wireless.
  • Sistema di posizionamento globale (GPS) – Strumenti di navigazione.

I veicoli autonomi utilizzano sensori per rilevare gli oggetti presenti nell’ambiente e reagire rallentando o accelerando. Ad esempio, se un’auto rileva un altro veicolo in avvicinamento da dietro, può rallentare per evitare una collisione.

Guida definitiva all’implementazione dell’IoT per le aziende

Applicazioni IoT nelle aziende

Applicazioni IoT nelle aziende

Sebbene l’Internet degli oggetti sia stato introdotto all’inizio degli anni ’90, l’interesse è cresciuto solo di recente. Secondo Cisco Systems, sono online oltre 1 miliardo di dispositivi connessi.

Può essere utilizzato in vari modi, anche se la maggior parte delle persone lo associa a case e gadget intelligenti.

Entro il 2023, Statista prevede che saranno utilizzati 75 miliardi di dispositivi IoT, generando 79,4 zettabyte di dati.

Ad esempio, è possibile utilizzare l’IoT per automatizzare i processi aziendali nella propria organizzazione. È anche possibile utilizzare l’IoT per collegare la propria auto a Internet e monitorare il consumo di carburante e avvisare in caso di esaurimento. O forse volete raccogliere informazioni sulle prestazioni dei vostri dipendenti.

In ogni caso, è necessario un dispositivo che raccolga e invii i dati in modo sicuro al cloud.

Quali tecnologie rendono possibile l’IoT?

Ogni giorno, sempre più dispositivi elettronici si connettono a Internet. È stato previsto che il numero di dispositivi IoT raggiungerà gli 8,74 miliardi nel 2019.

Ciò significa che ora ci sono più dispositivi connessi a Internet che persone sul pianeta! Ciò dimostra anche quanto la tecnologia integrata abbia cambiato la nostra vita quotidiana. E non è tutto: possiamo aspettarci che il numero di dispositivi “usa e getta” triplichi entro il 2030!

Come è nata questa esplosione di dispositivi connessi all’IoT?

Ogni giorno, sempre più dispositivi elettronici sono connessi a Internet.

Si prevede che i dispositivi IoT raggiungeranno gli 8,74 miliardi solo nel 2019.

Ciò significa che attualmente ci sono più dispositivi connessi a Internet che persone sul pianeta! Questo dimostra anche quanto la tecnologia sia integrata nella nostra vita quotidiana.

E come se non bastasse, si prevede che il numero di “dispositivi” sarà quasi triplicato entro il 2030!

Cosa ha causato questa esplosione di dispositivi connessi all’IoT?

Sensori accessibili

Oggi la tecnologia è più accessibile e facile da usare che mai. Di conseguenza, è stata sviluppata e immessa sul mercato una grande quantità di nuove tecnologie.

Connettività

Molti nuovi protocolli di rete progettati esplicitamente per Internet hanno reso più facile per gli anziani connettersi al cloud e trasferire i dati tra loro in modo più efficiente.

“Piattaforme di cloud computing”

Grazie alla crescente disponibilità di piattaforme cloud, le aziende e i consumatori possono accedere facilmente all’infrastruttura di cui hanno bisogno senza preoccuparsi della sua gestione o manutenzione.

Apprendimento automatico e analisi

L’apprendimento automatico e l’analisi dei dati (tecnologie correlate), insieme alle grandi quantità di dati archiviati online, consentono ai dispositivi collegati in rete di generare più informazioni che alimentano l’apprendimento automatico e lo fanno funzionare ancora meglio.

Intelligenza artificiale conversazionale (AI)

Anche se siamo ancora lontani dall’avere un sistema di intelligenza artificiale in grado di comprendere il parlato umano, i recenti progressi nelle reti neurali hanno permesso l’elaborazione del linguaggio naturale (NLP) sui dispositivi dell’Internet of Things (IoT).

Di conseguenza, assistenti digitali come Alexa e Siri sono diventati tecnologie domestiche accessibili e praticabili.

Secondo MarketsandMarkets.com, l’IoT nei servizi finanziari avrà un valore di oltre 2 miliardi di dollari entro il 2023 e gli attuali casi d’uso sono in fase di sviluppo.

Gestione del traffico

L’Internet delle cose (IoT) ha cambiato il modo di gestire le strade. Tuttavia, dimostra che le strade stanno diventando sempre più connesse, il che non è necessariamente un precursore delle auto senza conducente. Telecamere, sistemi di sensori, sistemi di controllo dei semafori e parchimetri inviano dati ai computer, che vengono poi analizzati per migliorare il flusso del traffico, ridurre la congestione e mantenere la sicurezza degli automobilisti.

Reti intelligenti

Rete intelligente

Rete intelligente

Anche le aziende di servizi pubblici stanno utilizzando l’Internet degli oggetti per migliorare le loro reti energetiche. In passato, l’elettricità scorreva attraverso la rete in una sola direzione: dagli impianti di generazione alle reti di distribuzione fino ai consumatori. I dispositivi in rete consentono una comunicazione bidirezionale lungo tutta la catena di approvvigionamento energetico, dagli impianti di generazione alla rete di distribuzione fino al cliente finale.

Ciò consente alle utility di gestire e controllare il flusso di energia, ridurre le perdite durante i periodi di picco e distribuire l’energia. Un esempio di come le utility stiano utilizzando la tecnologia IoT per migliorare l’efficienza è rappresentato dai contatori intelligenti. Questi aiutano le aziende a capire cosa fanno i consumatori con le loro apparecchiature, consentendo loro di ottimizzare le prestazioni delle apparecchiature, ottenere risparmi energetici e ridurre i costi.

Monitoraggio ambientale

L’Internet delle cose (IoT) è una rete di oggetti fisici dotati di dispositivi elettronici, software, sensori e funzioni di connettività.

Essi possono raccogliere e scambiare dati su Internet, consentendo lo sviluppo di città intelligenti, impianti industriali, sistemi di trasporto e varie altre applicazioni. I dati IoT provenienti dai dispositivi connessi possono mostrare la qualità dell’aria, dell’acqua, del suolo, della pesca, delle foreste e di altri habitat naturali.

Possono anche raccogliere dati meteorologici e ambientali.

  • Quasi il 47% dei dirigenti del settore energetico dichiara di aver implementato l’IoT nelle proprie funzioni. (imaginovation.net)
  • Le fonti di dati sull’energia includono macchinari (49%) e robot (46%). (imaginovation.net)
  • Nel settore energetico, il 45% delle aziende utilizza l’IoT per monitorare le prestazioni degli asset. (imaginovation.net)

Grazie all’IoT, le aziende possono accedere a un numero maggiore di dati in tempo reale sul loro ambiente. Possono utilizzare queste informazioni per ottenere informazioni preziose. Questi dati possono aiutare le agenzie governative a monitorare e prevedere disastri naturali come i tornado e a gestire meglio il territorio e le popolazioni di animali selvatici.

Le aziende possono utilizzare queste informazioni per ridurre l’impronta di carbonio, dimostrare la conformità alle normative ambientali e pianificare efficacemente gli eventi meteorologici che hanno un impatto sulle loro attività.

Edifici e case intelligenti

Edifici e case intelligenti

Edifici e case intelligenti

Le tecnologie intelligenti sono utilizzate nella nostra vita quotidiana, che si tratti di guidare, cucinare, lavorare in ufficio o vivere nelle nostre case. Le costruzioni non sono da meno. Sono diventate intelligenti grazie ai progressi della connettività Internet, delle tecnologie dei sensori, dell’intelligenza artificiale, dell’apprendimento automatico e dell’analisi dei Big Data.

Attualmente, nel mondo ci sono oltre otto miliardi di dispositivi connessi.

Entro il 2020, si prevede che questo numero crescerà fino a 24 miliardi. I vantaggi dell’IoT sono numerosi. Ad esempio, l’Internet degli oggetti ci permette di monitorare e controllare tutto da smartphone, tablet, PC e smartwatch.

È inoltre possibile utilizzare i server cloud per archiviare e analizzare i dati provenienti da questi dispositivi. Tramite l’IoT possiamo controllare a distanza sistemi di riscaldamento e raffreddamento, luci, interruttori, termostati, sistemi di sicurezza, punti di accesso, allarmi antincendio, ascensori, sistemi sprinkler, valvole dell’acqua, sistemi di qualità dell’aria, sistemi di ventilazione e altri dispositivi.

Il cloud computing ci permette di raccogliere, analizzare e archiviare queste informazioni nel cloud. Ci permette di migliorare l’efficienza e ottimizzare le operazioni. Inoltre, l’IoT consente di automatizzare, ridurre i costi e risparmiare tempo.

Ad esempio, una serratura intelligente installata in un hotel può sbloccare automaticamente la porta all’arrivo di un ospite, facendo risparmiare tempo a quest’ultimo. Quando non c’è nessuno, una lampadina intelligente può spegnersi da sola, riducendo le bollette dell’elettricità.

Un termostato intelligente può regolare la temperatura in base ai modelli di occupazione, consentendo agli ospiti di godere di un ambiente confortevole senza sprechi di energia.

Entro il 2020, gli edifici intelligenti che sfruttano l’Internet degli oggetti (IoT) e l’intelligenza artificiale (AI) per migliorare la vita delle persone che vivono e lavorano negli edifici saranno ancora più diffusi. Prevediamo che entro il 2025 il 70% degli edifici sarà dotato di una qualche forma di tecnologia IoT.

Le applicazioni IoT nelle case intelligenti includono l’illuminazione automatica, la chiusura delle porte, i sistemi di irrigazione del giardino sensibili alle condizioni atmosferiche e la sorveglianza. E soprattutto, sono tutti connessi e possono essere controllati tramite un’applicazione mobile.

Indossabili

Gli indossabili sono una caratteristica importante delle applicazioni IoT (Internet of Things). Tra questi vi sono braccialetti per il fitness, cardiofrequenzimetri e smartwatch. Questi dispositivi indossabili, con i loro numerosi sensori e i vari protocolli wireless, possono essere utilizzati anche per applicazioni IoT sociali rivolte alle persone.

Hanno un futuro promettente nel settore sanitario, in quanto misurano passivamente e a distanza i segni vitali come la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna.

Città intelligente

Le città non solo stanno diventando più intelligenti, ma anche più smart! Grazie ai dispositivi IoT (Internet of Things), le città possono ora raccogliere e analizzare i dati provenienti da varie fonti, tra cui sensori connessi, luci, contatori, ecc.

Possono utilizzare queste informazioni per migliorare le infrastrutture, la gestione dei rifiuti, la sicurezza, i servizi e l’ambiente, tra le altre cose.

Rete intelligente

Le reti intelligenti sono uno degli esempi più diffusi di architettura IoT nelle città intelligenti. Contribuiscono in modo significativo alla conservazione dell’energia, consentendo il monitoraggio e il controllo in tempo reale del consumo di elettricità.

Considerando lo stato attuale del nostro pianeta e il rapido deterioramento delle condizioni ambientali, l’Internet delle cose (IoT) può svolgere un ruolo importante nella risoluzione di alcuni dei problemi ambientali più urgenti del mondo.

Le utility e i loro clienti comunicano in entrambe le direzioni attraverso le reti intelligenti. Sono costituite da sistemi di controllo, computer, automazione, nuove tecnologie e dispositivi che lavorano digitalmente con la rete elettrica per rispondere alle esigenze energetiche in rapida evoluzione dei consumatori.

Gestione della catena di fornitura

La gestione della catena di fornitura (SCM) è il modo in cui le aziende gestiscono le loro catene di fornitura. L’SCM si è evoluto da quando Henry Ford introdusse la catena di montaggio per la produzione di massa all’inizio del XX secolo. Da allora, la tecnologia è progredita in modo significativo, consentendo alle aziende di tracciare meglio le merci mentre si spostano da un luogo all’altro.

Oggi, i termini “supply chain management” e “logistica” comprendono in modo intercambiabile tutto ciò che va dalla pianificazione dei trasporti all’immagazzinamento e al controllo delle scorte. Tuttavia, la gestione della supply chain comprende molto più della logistica. La gestione della supply chain (SCM) è un termine ampio che comprende molte discipline, tra cui acquisti, produzione, distribuzione, servizio clienti e marketing.

L’SCM comporta la supervisione dell’intero processo, dalle materie prime ai prodotti finiti e alla loro consegna ai clienti. Una moderna supply chain inizia solitamente con un’idea, che può evolvere in un documento di progettazione. Oggi la maggior parte dei progetti sono digitali e vengono solitamente condivisi elettronicamente tra le persone coinvolte nel progetto. In questo modo è facile determinare le modifiche da apportare al progetto prima dell’inizio della produzione.

Una volta completata la progettazione, il produttore e il distributore possono collaborare alla realizzazione del prodotto. Dopo la progettazione, il prodotto deve essere costruito, testato, ispezionato, imballato e spedito. In ogni fase possono verificarsi errori, perché non si è fatto qualcosa di corretto o non si sono seguite le istruzioni. Per evitare errori, le aziende devono tenere traccia degli eventi di ciascun componente durante tutto il processo.

A tal fine, è possibile utilizzare etichette e tag RFID. Dopo la consegna, è necessario tracciare nuovamente il prodotto. È possibile farlo tramite un servizio di corriere o un servizio di tracciamento online. In entrambi i casi, il destinatario utilizza un sistema simile per tracciare la consegna e confermare che è arrivata in modo sicuro.

Tutte queste attività generano una grande quantità di dati. Dipendenti, fornitori e clienti forniscono dati alle aziende. Le aziende utilizzano i dati per comprendere meglio le proprie prestazioni e apportare miglioramenti. Utilizzano i dati per comunicare tra loro e con gli altri.

La smart grid “conosce” i suoi utenti e le loro abitudini monitorando il comportamento dei consumatori di energia. Prevede quindi la quantità di elettricità che useranno e quando la useranno.

Gestione industriale, agricola e commerciale

Gestione industriale, agricola e commerciale

Gestione industriale, agricola e commerciale

L’Internet degli oggetti ha il potenziale per trasformare le industrie di tutto il mondo. L’IoT apre una serie di opportunità per le aziende grandi e piccole, dalla produzione alla sanità, dai trasporti alla vendita al dettaglio.

Ma cosa significa esattamente?

Quali sono i pro e i contro dell’implementazione di soluzioni IoT?

E come si fa a sapere se l’IoT è adatto alla propria azienda?

Le aziende possono utilizzare l’IoT per aumentare la produttività, ridurre i costi, ottimizzare le risorse, aumentare la sicurezza, proteggere la proprietà intellettuale e altro ancora. Analizziamo inoltre alcune tecnologie chiave per l’implementazione di soluzioni IoT. Infine, esaminiamo alcune implementazioni reali dell’IoT nell’industria, nell’agricoltura e nel commercio.

Vantaggi per le imprese

L’Internet delle cose (IoT) si riferisce alle connessioni in rete di vari dispositivi fisici che raccolgono dati sul nostro ambiente, come sensori e attuatori.

Questi dispositivi sono spesso chiamati “cose”. La maggior parte delle implementazioni IoT utilizza tecnologie provenienti da diversi settori e applicazioni. Ad esempio, le reti intelligenti, i controlli industriali, la gestione dei trasporti, la sanità, la vendita al dettaglio, la produzione e altre applicazioni beneficiano degli stessi principi di base.

L’IoT offre alle aziende una grande opportunità di sfruttare gli investimenti e le infrastrutture esistenti, con conseguenti risparmi sui costi, aumento della produttività, miglioramento della qualità e dell’efficienza e valore complessivo.

Un tipico RoI comprende i seguenti vantaggi:

Riduzione dei costi operativi: sfruttando le soluzioni IoT, i dispositivi connessi consentono alle aziende di automatizzare i processi, semplificare le operazioni e ridurre i requisiti di manodopera.

Grazie ai dispositivi connessi, le aziende possono ridurre i costi operativi, aumentare la produttività, ottimizzare la produzione e migliorare il servizio clienti.

Aumento della produttività

Quando i dipendenti non devono dedicare tempo all’esecuzione manuale di compiti ripetitivi, possono concentrarsi su attività più strategiche. Inoltre, le soluzioni IoT consentono ai dipendenti di completare le attività in modo più rapido e accurato, migliorando la qualità e riducendo gli errori.

Accesso alle informazioni in tempo reale

Le aziende possono prendere decisioni migliori e rispondere più rapidamente ai cambiamenti delle condizioni. In questo modo, possono aumentare la produttività e ridurre i tempi di inattività, migliorando il morale e la soddisfazione dei dipendenti.

Internet industriale degli oggetti (IIoT)

L’Industrial Internet of Things (IIoT) è un sottoinsieme della tecnologia Internet of Things (IoT) che si concentra sulle applicazioni IoT in ambienti industriali come l’agricoltura, la produzione, l’energia e le utility. Sebbene questi due tipi di IoT utilizzino tecnologie simili, non sono la stessa cosa.

L’IoT riguarda principalmente le persone che interagiscono con gli oggetti (le “cose”), come automobili, assistenti digitali e termostati. L’Internet degli oggetti monitora, registra e controlla i processi produttivi. Raccoglie inoltre dati per la gestione della qualità e la documentazione.

Di conseguenza, l’IoT consente un monitoraggio più accurato di vari parametri e un migliore controllo dei processi produttivi. Poiché l’IoT rende più intelligenti molte aree industriali, viene talvolta definito come la quarta ondata della rivoluzione industriale o Industria 4.0 (più efficiente).

Ad esempio

  • Gestione intelligente della catena di fornitura
  • Produzione intelligente.
  • Reti elettriche intelligenti
  • Città intelligenti
  • Agricoltura intelligente.
  • Logistica connessa.

Auto autonome (e altri veicoli)

Auto autonome (e altri veicoli)

Auto autonome (e altri veicoli)

I veicoli autonomi (AV) sono veicoli a guida autonoma che non richiedono l’intervento umano. Assomigliano a normali automobili ma possono guidare in modo completamente autonomo. Un’auto a guida autonoma funziona monitorando tutto ciò che la circonda con una rete di sensori.

I veicoli autonomi possono comunicare tra loro e condividere i dati in tempo reale grazie alle tecnologie IoT, consentendo loro di guidare in sicurezza e pianificare i percorsi in modo più efficiente.

Assistenza sanitaria

Sanità

Assistenza sanitaria

Nel 2019, il mercato globale dell’IoT in campo medico valeva circa 61 miliardi di dollari e si prevede che nel 2027 supererà i 260 miliardi di dollari.

L’Internet of Things (IoT) viene utilizzato per monitorare i pazienti da remoto e localizzare le apparecchiature e il personale medico, tra le altre applicazioni. Consente il monitoraggio in tempo reale e l’automazione dei processi di cura e delle attività amministrative di routine. Inoltre, garantisce al paziente una permanenza sicura in ospedale.

Un’applicazione IoT collega in genere un gruppo di dispositivi medici a un server cloud tramite porte. L’archiviazione dei dati, l’elaborazione, i moduli di analisi, la logica aziendale della soluzione e le applicazioni di controllo sono ospitati su server cloud. Le applicazioni per i pazienti e il personale medico consentono ai pazienti e al personale medico di accedere e controllare le applicazioni.

L’IoMT è importante anche per le terapie digitali note come “digicure”. Queste terapie migliorano i trattamenti medici esistenti grazie al software e ai Big Data. Ad esempio, le pillole con sensori ingeribili possono aiutare i medici a determinare se i pazienti assumono correttamente i farmaci. Da anni i medici utilizzano la chirurgia a distanza per eseguire operazioni da altri Paesi.

Tuttavia, questi interventi venivano solitamente eseguiti in videoconferenza. Le nuove tecnologie consentono ai chirurghi di eseguire interventi con bracci robotici mentre sono presenti in ospedale. Questi progressi possono salvare vite umane e migliorare la qualità della vita delle persone che vivono in aree rurali prive di ospedali.

Commercio al dettaglio

I dispositivi IoT possono raccogliere i dati dei clienti attraverso un’app mobile e fornire raccomandazioni personalizzate mentre i clienti si muovono nei negozi. I punti critici, come i prodotti non disponibili, possono essere eliminati per migliorare l’esperienza del cliente.

L’ultima applicazione delle app IoT nella vendita al dettaglio comprende una funzione “scan-and-send” che consente agli utenti del negozio di scansionare la disponibilità degli articoli. Gli smartphone consentono ai clienti di fare la spesa senza interagire con i cassieri o utilizzare un chiosco self-service.

Entrano nel negozio, selezionano gli articoli e se ne vanno. Amazon chiama questa esperienza di acquisto “walk-out”. Altri marchi stanno iniziando a seguire le orme delle esperienze di vendita al dettaglio autonome, che vengono gradualmente introdotte a livello globale e come funzionano.

Il negozio abilitato all’IoT comunica con le app mobili installate sugli smartphone dei clienti. I sensori del negozio rilevano quali prodotti sono stati prelevati (o rimessi sugli scaffali). L’app aggiunge quindi gli articoli alla “lista della spesa” e addebita i conti collegati all’app.

I sensori intelligenti che monitorano la temperatura dei contenitori per alimenti, ad esempio, possono inviare avvisi quando diventano troppo caldi o troppo freddi. Grazie a questi semplici processi e alle applicazioni aziendali IoT, i rivenditori possono facilmente ridurre la quantità di rifiuti causati da alimenti surriscaldati o congelati.

La catena di approvvigionamento e la logistica

La catena di approvvigionamento e la logistica

La catena di approvvigionamento e la logistica

L’Internet degli oggetti (IoT) può aiutare a risolvere problemi come l’ottimizzazione delle catene di approvvigionamento per ridurre le emissioni, il monitoraggio dei beni in transito per ridurne il deterioramento e la distribuzione di flotte di veicoli a guida autonoma per migliorare la sicurezza stradale. L’intelligenza artificiale (AI) e l’apprendimento automatico sono innovazioni chiave dell’IoT (ML).

L’intelligenza artificiale fa previsioni basate sull’esperienza. Il ML utilizza questi modelli appresi per prevedere eventi futuri. L’intelligenza artificiale e l’apprendimento automatico consentono di monitorare la catena di approvvigionamento e di identificare potenziali problemi in base alla differenza tra i movimenti effettivi delle risorse e i risultati previsti.

I sensori e le analisi possono aiutare le aziende a monitorare le spedizioni in transito per identificare potenziali problemi prima che diventino gravi.

Sintesi

Le applicazioni dell’Internet delle cose (IoT) hanno un enorme potenziale di trasformazione nelle aziende. Le aziende di tutte le dimensioni, dalle startup alle società Fortune 500, possono sfruttare l’IoT per aumentare la produttività e la soddisfazione dei clienti, riducendo al contempo i costi operativi e il personale.

Tutto questo è possibile con un’applicazione IoT adattata ai dispositivi esistenti dei vostri utenti: i loro telefoni cellulari. Possiamo sviluppare una soluzione personalizzata per la vostra azienda. Se volete saperne di più sui nostri servizi, non esitate a contattarci.

Lascia un commento